| Accedi

Nato nel 2004 e dotatosi di uno statuto nel 2005, l’Ispli si propone di promuovere la conoscenza della storia del movimento liberale e del pensiero liberale internazionale in tutte le sue manifestazioni e di effettuare studi, ricerche, seminari e convegni sulle classi dirigenti e sulle istituzioni rappresentative.

A partire dalla sua fondazione, è stato impegnato nella ricerca “Classe dirigente nazionale ed élites politiche locali dal fascismo al secondo dopoguerra. Il caso della Toscana e di Siena” e co-partecipante al programma di ricerca di rilevanza nazionale (PRIN 2005), “Movimenti e partiti di ispirazione liberale ed élites politiche: dalla crisi delle liberaldemocrazie in Europa degli anni Venti e Trenta al secondo dopoguerra. Il caso italiano”, coordinato da una unità di ricerca dell’Università di Siena, diretto dal Prof. Fabio Grassi Orsini e dal Prof. Gerardo Nicolosi ed al quale hanno partecipato le Università di Padova (Prof. Giampietro Berti), Viterbo (Prof. Elio D’Auria), Napoli (Prof. Piero Craveri) e Palermo (Proff. Antonio Jannazzo e Liliana Sammarco). Nell’ambito di tale progetto, l’Ispli ha co-organizzato tre convegni che si sono rivelati importanti momenti di coordinamento e di confronto dei risultati finali della ricerca, che hanno visto la partecipazione di storici e studiosi provenienti da più di venti università italiane.

Dalla sua nascita ha proceduto ad una ricerca prosopografica sulla classe dirigente di Siena dall’Unità alla Repubblica, che ha prodotto la pubblicazione di due volumi, uno di Gerardo Nicolosi su I consiglieri provinciali di età liberale (Siena, Di. Gips 2003) ed uno di Luciano Vinciarelli su I consiglieri comunali di Siena negli anni della Destra storica (Perugia, Murena 2007). Sono inoltre stati effettuati studi sulla classe politica moderata di Siena nel periodo della transizione dal fascismo alla Repubblica.

In questo ambito sono stati promossi i seguenti convegni:

    I liberali italiani dal fascismo alla Repubblica. Organizzazione, classe politica, ruolo politico-istituzionale, organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Storiche, Giuridiche, Politiche e Sociali dell’Ateneo senese, che si è svolto a Siena nelle giornate del 25, 26, 27 ottobre 2006 presso la Facoltà di Scienze Politiche.

    Momenti e figure del liberalismo italiano tra il primo e il secondo dopoguerra, svoltosi a Padova il 17-18 maggio 2007.

    I liberali nel Mezzogiorno tra politica e cultura. 1943-1960, svoltosi a Napoli il 25, 26, 27 ottobre 2007,

Nell’ambito dell’attività ordinaria, sono stati organizzati i seguenti incontri con i seguenti autori:

    Carlo Vallauri sul tema La storia dei partiti in Italia e presentazione del volume Le forze armate dall’armistizio alla liberazione, Utet, Torino 2003.

    Salvo Mastellone sul volume Giuseppe Mazzini, Pensieri sulla democrazia in Europa, Feltrinelli, Milano 2005

    Fulvio Conti sul volumeStoria della Massoneria italiana, Il Mulino, Bologna 2003

    Carlo Ghisalberti sul volumeStoria costituzionale d’Italia. 1848-1994, Laterza, Roma-Bari 2002

Ha inoltre partecipato alla manifestazione “Il volume della democrazia”, che si è tenuta il 23 ottobre 2009 a Roma, presso la Camera dei Deputati,.

Tra il 2009 e il 2011, l’Istituto ha promosso le seguenti presentazioni legate ai Convegni su I Liberali dall’Antifascismo alla Resistenza:

Volume I:

    23 ottobre 2009, Camera dei deputati, Roma.

    12 marzo 2009, Biblioteca del Senato, Sala Spadolini , Roma.

Volume II:

    2 febbraio 2011, Libreria Enoarcano , Roma.

    25 marzo 2011, Sala conferenze dell’Archivio di Stato Cagliari, Cagliari.

    23 ottobre 2011, Camera dei Deputati Sala Aldo Moro, Roma.

Nel 2008 sono iniziati i lavori per la pubblicazione di Dizionario del liberalismo italiano, di cui l’Ispli è l’unico promotore. Si tratta di un’opera inedita e di grande importanza, al quale ha lavorato un ampio gruppo di studiosi, coordinato da un comitato scientifico composto da Fabio Grassi Orsini, Francesco Forte, Luigi Compagna, Elio D’Auria, Giampietro Berti, Eugenio Di Rienzo, Raimondo Cubeddu, Giovanni Orsina, Roberto Pertici. Il primo volume teorico-concettuale ha visto la luce nel 2012 ed il secondo di carattere biografico nel 2015. La casa editrice è Rubbettino.

Dal 2012 oltre alla pubblicazione de il I volume del Dizionario del Liberalismo Italiano, l’Istituto è stato impegnato in tutta una serie di iniziative volte alla sua promozione:

    25 gennaio 2012, Biblioteca della Camera dei Deputati, Sala del Refettorio, Roma.

    21 Febbraio 2012, Circolo della Stampa, Torino.

    30 marzo 2012, Aula Magna, Facoltà di lettere e filosofia, Cagliari.

    21 gennaio 2013, Libreria Ubik, Napoli.

    16 aprile 2013, Rotary Club, Lecce.

    8 maggio 2013, Biblioteca Augusta, Perugia.

Dal 2008 al 2015 in relazione alla produzione ed alla diffusione del Dizionario del liberalismo italiano, si sono tenute a Roma delle riunioni (due, tre al mese a seconda delle esigenze) che hanno visto coinvolti sempre il Direttore scientifico, il Segretario dell’ISPLI e la segretaria di redazione e almeno una volta ogni due mesi il Comitato dei Direttori del DLI (ad esclusione dei mesi di luglio-agosto).

Nel 2012 ha inoltre visto la luce il libro di Gerardo Nicolosi, “Risorgimento liberale. Il giornale del nuovo liberalismo”, pubblicato da Rubbettino, risultato di una ricerca che ha preso le mosse parallelamente alla nascita e allo sviluppo dell’ISPLI. Il voume è stato recensito dalle principali riviste scientifiche e dai principali quotidiani nazionali.

Nel 2015, dopo la pubblicazione del secondo volume del Dizionario, è stata avviata una intensa attività di promozione di esso. Qui di seguito l’elenco delle presentazioni ufficiali:

    3 marzo, Sala della Regina, Camera dei deputati, Roma.

    14 maggio, Università di Siena, Siena.

    14 maggio, Università di Milano, Milano.

    20 maggio, Università Cagliari, Cagliari.

    20 maggio, Università Suor Orsola Benincasa, Napoli.

    7 ottobre, Palazzo Cisterna, Torino.

    19 ottobre, LUISS Guido Carli, Roma

    27 ottobre, Fondazione delle biblioteche Casse di risparmio, Firenze.

    27 ottobre, Università di Padova, Padova.

    17 novembre, Università per gli Stranieri, Perugia.

Nel 2015 l’Ispli è stato promotore della pubblicazione del volume di Loredana Pellè, I Liberali in Assemblea Costituente, Rubbettino, Soveria Mannelli 2015.

L’Istituto è stato poi il principale promotore, il 5 novembre del Convegno: La diplomazia multilaterale e l’interesse nazionale. Da Vienna a Helsinki, tenutosi presso la Sala Zuccari del Senato, Roma, patrocinato dal Ministero degli esteri.

 Programma attività anno 2016

Il 2016 ha visto l’Istituto ancora impegnato nella promozione del Dizionario. Varie manifestazioni sono state svolte,come:

    Due giornate di studio su Giovanni Amendola nel novantesimo anno della morte in collaborazione con l’Animi,  il 24 e 25 novembre 2016.

   Inoltre con la pubblicazione degli atti del Convegno La diplomazia multilaterale e l’interesse nazionale. Da Vienna a Helsinki, ha visto  la luce il I dei Quaderni dell’ Istituto, pubblicato nella Collana Cantieri Aperti –Quaderni dell’ Ispli, a cura di Rossella Pace, dall’editore Rubbettino.

Per quanto concerne il 2017: è al vaglio un III volume biografico del Dizionario del Liberalismo Italiano, i cui lavori probabilmente inizieranno entro fine anno.

Inoltre l’Istituto sarà impegnato nell’organizzazione di un convegno nell’ambito del progetto I Liberali e la Grande Guerra, in collaborazione con la Fondazione Biblioteca Croce, previsto per il 25 maggio 2017.

Nel Convegno Internazionale, in collaborazione con il Centro Toqueville-Acton, Rubbettino Editore, Cenacolo di Tommaso Moro: Il Cattolicesimo Liberale tra passato, presente e futuro, previsto per la primavera del 2017.

Infine in collaborazione con l’Animi varie iniziate per il centenario della morte di Leopoldo Franchetti.

Lascia un commento

il tuo IP è... = 54.162.133.222