| Accedi

Category Archives: Libreria

Giovanni Amendola, Carteggio (1925 -1926)

 

amendolapiatto

A questo link la recensione di Folli all’epistolario di Amendola

 

 

 

 

 

Gli ultimi Piccolomini a Pienza.

Layout 1Il testo narra la vicenda pubblica e privata della famiglia Piccolomini e della sua grande opera di ricostruzione della città di Pienza, con particolare riferimento alla figura finora poco studiata del conte Silvio Piccolomini, personaggio preminente del Novecento senese.
Dalla lettura dell’opera si potrà meglio comprendere l’importanza della rinascita della città nel Novecento, dopo secoli di oblio, impresa compiuta da una famiglia che amò la cittadina di Pio II in modo straordinario: i Piccolomini si legarono alla città e alla sua comunità con grande entusiasmo e generosità, consapevoli del peso della cultura e della storia nel tempo al di là della contingenza e dei suoi interessi transitori.

Diplomazia multilaterale e interesse nazionale.

Diplomazia multilaterale e interesse nazionale
Dal Congresso di Vienna (1815) all’Atto Finale di Helsinki (1975) e oltre. La tradizione diplomatica italiana
A cura di Rossella Pace

Partigiani Penne Nere di E.M.Mauri

 

Partigiani Penne Nere è uno dei libri più importanti mai pubblicati sulla storia della Resistenza italiana. Importante perché scritto da uno dei più autorevoli comandanti partigiani del Nordovest, capace di organizzare e guidare per 20 mesi di combattimenti ininterrotti e spietati una delle formazioni più strutturate ed efficaci di tutto il Piemonte, il 1° Gruppo Divisioni Alpine, che alla data del 25 aprile 1945 conterà 9 divisioni, con oltre 5000 uomini bene armati e addestrati. Importante perché quel comandante era un ufficiale degli Alpini, dunque un militare di carriera, che nei giorni successivi all’8 settembre 1943 fu capace di compiere la scelta più lucida, coraggiosa, giusta: schierarsi e continuare a combattere, contro gli invasori tedeschi e contro le forze della Repubblica di Salò. Fino alla loro definitiva sconfitta. Fino alla Liberazione. Importante perché, con la forza e l’impatto emozionale di chi quelle vicende le ha vissute in prima persona, descrive, giorno per giorno, i fatti e i protagonisti della guerra partigiana nel Cuneese, dove sono state scritte alcune delle pagine più eroiche della Resistenza: Boves e la battaglia della val Casotto, i 23 giorni della Repubblica di Alba (cantati dal suo partigiano scrittore: il «caro Beppe» Fenoglio), il lungo inverno 1944-45, la liberazione di Torino. Alpini, italiani, partigiani: i nomi, i destini, gli eroismi di una generazione di donne e di uomini che ha combattuto per «un’aspirazione di libertà» che ancora oggi dà frutti.

 

 

 

il tuo IP è... = 54.166.172.33